La piattaforma Revas è un progetto cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo Stato Italiano e dalla Provincia autonoma di Trento.

I cinque vantaggi dell'essere trasparenti nel Terzo Settore

La trasparenza non dovrebbe essere vista come uno spreco di tempo ed energie che potrebbero essere utilizzate per le attività sociali - è, infatti, un valore aggiunto all’organizzazione per intero.

3/22/2019

Header Image

Essere trasparenti nel Terzo Settore può avere i suo benefici ma, soprattutto con l’arrivo di nuove norme che portano con sé diversi obblighi, può richiedere un investimento maggiore sia di tempo che di energie e, soprattutto, di attenzione da parte di coloro che occupano posizioni di responsabilità.

Esistevano già in precedenza alcune norme ma, ultimamente, ne sono uscite di nuove, che hanno introdotto un maggior numero di obblighi di trasparenza e di rendicontazione per le organizzazioni del Terzo Settore.

La legge di Trasparenza del 2017

Tra tutte, la più recente una legge del 2017 del Consiglio di Stato (art. 1, commi 125-129, Legge n. 124/2017 ) che, come scrive il Forum del Terzo Settore, ha introdotto nuovi vincoli di trasparenza per i soggetti che intrattengono rapporti economici con le Pubbliche amministrazioni e con altri soggetti pubblici.

In specifico, questa legge riguarda la trasparenza sulla fonte delle entrate, tra le quali figurano anche le donazioni:

“…Sia gli enti non profit, sia le aziende devono dare evidenza pubblica del fatto che hanno ricevuto somme derivanti da enti pubblici, anche con finalità di prevenzione della corruzione”

Cosa vuol dire? Sarà difficile adattarsi alle nuove norme? Solo il tempo e l’applicazione delle direttive ci aiuterà a rispondere a questa domanda.

Qual è, però, l’utilità di tutto ciò?

I cinque vantaggi dell'essere trasparenti

La trasparenza non dovrebbe essere vista come uno spreco di tempo ed energie che potrebbero essere utilizzate per le attività sociali - è, infatti, un valore aggiunto all’organizzazione per intero.

In che modo?

Sempre in riferimento alla nuova legge, maggiore trasparenza sui fondi e le donazioni ricevute può avere delle positive conseguenze per chi gestisce un’organizzazione:

  1. L’aumento del dialogo e la comunicazione con l’esterno, grazie alla condivisione di informazioni, permette uno scambio di maggiore valore con associati e cittadini,
  2. Maggiore comunicazione sulle proprie entrate e il loro utilizzo può aumentare il livello di fiducia e di interesse dell’organizzazione, vista come più affidabile,
  3. Eventuali donatori sono più invogliati a donare se vedono chiaramente dove vanno a finire i soldi che donano,
  4. Un’organizzazione affidabile stringe più relazioni anche con altri nodi, reti e organizzazioni.
  5. Un altro punto molto importante è evitare sanzioni o indagini che potrebbero danneggiare l’immagine dell’organizzazione o le sue stesse attività.

La legge che abbiamo portato in esempio, è però solo una piccola parte di cosa vuol dire essere trasparenti.

Non è solo un obbligo di legge, vuoto e freddo, dettato da burocrati, ma un’occasione per l’organizzazione stessa di rendersi più affidabile agli occhi degli altri e, così, perseguire i suoi obiettivi e valori con maggiore forza.

Bandiera Europea

La piattaforma Revas è un progetto cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, dallo Stato Italiano e dalla Provincia autonoma di Trento.

Scopri di più